10 Azioni Da Comprare Se Donald Trump Diventerà Presidente degli USA

Consigli sugli Investimenti

Dopo che in un articolo precedente avevo elencato i (possibili) titoli da acquistare nel caso Hillary Clinton vincesse le prossime elezioni presidenziali americane, oggi è il turno del suo sfidante repubblicano. L’ultima Convention repubblicana ha sancito la scontata nomination del controverso miliardario Donald Trump come candidato del partito alla presidenza degli Stati Uniti. Un governo Trump sarebbe sicuramente molto diverso da una presidenza Clinton. Troppe le differenze espresse dai candidati in campagna elettorale su temi come l’economia, le piccole imprese, la sanità e la politica estera. In tema di finanza, vi sono alcune società che potrebbero beneficiare più di altre di una vittoria di Donald Trump. Vediamo quali sono e perché.

Consol Energy (CNX)

Dire che gli ultimi anni sono stati difficili per l’industria del carbone sarebbe un eufemismo. I prezzi del carbone termico sono scesi da $ 80/tonnellata dell’inizio del 2011 agli attuali $ 40/tonnellata, principalmente a causa delle nuove leggi ambientali. La crisi è stata talmente devastante, che due delle principali aziende del settore del carbone, la Patriot Coal Corporation (OTCMKTS: PATAQ) e la Arch Coal Inc (OTCMKTS: ACIIQ) sono state costrette a dichiarare fallimento quest’anno. Donald Trump è un noto sostenitore del carbone come fonte energetica, soprattutto perché crede sia un settore che più di altri riesce a creare posti di lavoro. Anche se il suo “supporto” non si è ancora tradotto in una politica specifica, molti credono che sarà uno dei principali settori di cui si occuperà se verrà eletto. In questo senso,  la Consol Energy Inc. è sicuramente una delle poche società minerarie in grado di beneficiare dal rilancio del settore.

Aetna (AET)

Non è un segreto che l’Affordable Care Act (meglio conosciuto come “Obamacare”) non sia stato vantaggioso per il settore assicurativo (sanitario). Ma Trump ha promesso di abrogare e sostituire questa legge, se eletto. Ciò metterebbe Aetna, una delle più importanti compagnie di assicurazioni sanitarie, in una posizione di vantaggio rispetto ai suoi diretti concorrenti.

Ethan Allen (ETH)

Perché uno dei marchi di arredamento per la casa più famosi al mondo come Ethan Allen Interiors dovrebbe essere un “best buy” con Trump alla Casa Bianca? Perché in campagna elettorale ha detto a più riprese che intende ridurre le imposte sul reddito del settore. Anche se questa riforma fiscale dovrebbe andare a beneficio dei contribuenti più ricchi del paese (con relative critiche!), dovrebbe anche avvantaggiare la classe media, ovvero quelli più propensi a cambiare realmente le proprie abitudini di spesa. Tradotto, significa che invece del negozio Ikea, il consumatore medio potrebbe scegliere un marchio come Ethan Allen per arredare la propria casa.

SPDR Gold Trust ETF (GLD)

Donald Trump ha espresso pubblicamente il proprio “disgusto” per la decisione della Cina di svalutare la propria moneta artificialmente per incoraggiare le esportazioni e ottenere quindi un consistente afflusso di denaro dall’estero. Se questa mentalità si trasformasse in una sorta di guerra delle valute, l’oro e gli strumenti connessi, come l’ETF SPDR Gold Trust, potrebbero diventare un rifugio importante per gli investitori.

Geo Group (GEO)

Non credo siano molti gli investitori che abbiano sentito parlare almeno una volta del GEO Group. Si tratta di un REIT che gestisce le strutture di detenzione e correzione private, ovvero le carceri. A questo proposito, i due candidati presidenziali hanno posizioni diametralmente opposte. In campagna elettorale, la Clinton ha affermato che “bisogna porre fine a prigioni e centri di detenzione privati.” Trump, al contrario, crede molto nelle privatizzazioni perché secondo lui le prigioni gestite da privati funzionano meglio.

Alcoa Inc. (AA)

Qualsiasi investitore che conosce Alcoa Inc sa bene che si tratta di uno dei maggiori produttori di alluminio al mondo. Negli ultimi tempi, la società è stata danneggiata dall’importazione di alluminio a buon mercato dalla Cina. Si è parlato molto negli USA di leggi per limitare tali importazioni, così da non danneggiare le imprese produttrici made in USA. Ma finora non è stato fatto niente di concreto. Trump, tuttavia, pensa di avere la soluzione adatta imponendo tasse molto alte alle imprese straniere. Se ciò avrà effetto, società come la Alcoa ne beneficieranno tantissimo.

Sturm Ruger (RGR)

La maggior parte degli analisti consigliano agli investitori di investire in produttori di armi da fuoco se Donald Trump diventasse presidente, visto che è un noto sostenitore del II Emendamento Americano. In questo senso, una delle società da prendere in considerazione è la Sturm, Ruger & Company.

Granite Construction (GVA)

Una dei cavalli di battaglia di Donald Trump è quello di costruire un muro al confine tra Stati Uniti e Messico per impedire il continuo flusso di migranti dal paese centroamericano. Idea che, realmente, sembrerebbe di difficile attuazione! Ma Trump è un imprenditore edile e crede molto in questo settore per rilanciare l’economia americana e creare nuovi posti di lavoro. Un progetto simile, di proporzioni “bibliche”, dovrebbe quindi coinvolgere una grande società di costruzioni come la Granite Construction Inc. Senza contare che questa azienda ha già lavorato in passato con il governo federale messicano, con cui è in ottimi rapporti.

iShares Dow Jones US Aerospace & Defense ETF (ITA)

Donald TrumpTrump potrebbe essersi contraddetto più di una volta in questa campagna elettorale, ma se c’è una questione su cui ha le idee molto chiare è quella riguardante il rafforzamento del settore militare degli Stati Uniti. Lo scorso Marzo ha commentato a riguardo: “Costruirò un settore militare molto più forte di quanto lo sia adesso. Anzi. Sarà così forte, che nessuno oserà mettersi contro di noi“. Nel mese di Aprile, ha inoltre affermato: “Le nostre forze armate in servizio attivo sono state ridotte dai 2 milioni del 1991, a circa 1,3 milioni di oggi. La marina si è ridotta da oltre 500 navi a 272 durante questo stesso periodo di tempo. L’Air Force è di circa un terzo più piccola rispetto al 1991. Tutto ciò è inammissibile.” Ad ogni modo, oggi il modo più semplice per investire nel settore militare americano è con l’Etf denominato iShares Dow Jones US Aerospace & Defense ETF.

Apple (AAPL)

Ultimo ma non meno importante titolo da comprare in caso di vittoria di Donald Trump è Apple Inc. Il candidato presidenziale repubblicano ha infatti intenzione di “aiutare” i grandi colossi industriali come Apple a sbloccare i capitali “intrappolati” all’estero, iniettandoli nuovamente nel paese (a tassi agevolati) per favorire il rilancio dell’economia nazionale. Nello specifico, Apple ha ben $ 200 miliardi di liquidità bloccata all’estero e, con le leggi attuali, sarebbe costretta a pagare allo Stato il 40% sull’importo! Una vittoria di Trump sarebbe quindi una manna dal cielo per il colosso di Cupertino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *