3 Possibili Fusioni e Acquisizioni Societarie Nel 2017

Notizie sulla Finanza

Sembrerebbe proprio che il 2017 sarà un grande anno in termini di fusioni e acquisizioni societarie. Almeno è questo che si aspettano molti analisti in base a diversi fattori intercorsi negli ultimi mesi. Anche perché l’amministrazione Trump ha nei suoi piani alcune riforme volte ad allentare alcune normative che gravano sulle aziende statunitensi, rendendo così più facile per loro acquisirne altre o “fondersi”. Un’altra delle promesse elettorali del neo presidente americano Trump è stata quello di ridurre il carico fiscale sulle aziende statunitensi. E un’aliquota sulle imposte più bassa significherà per loro godere di un afflusso di denaro contante maggiore, che potrebbe a sua volta dare loro i mezzi necessari per investire nella crescita tramite fusioni e acquisizioni.

Diamo ora uno sguardo a tre aziende che quest’anno potrebbero attuare un piano di acquisizione o fusione aziendale.

Netflix Inc. (NASDAQ: NFLX)

Netflix ha visto il prezzo delle azioni salire negli ultimi due anni di pari passo con l’espansione dell’azienda e dei suoi servizi in tutto il mondo. La società ha infatti dimostrato che i servizi di streaming online stanno guadagnando popolarità fra le masse di ogni età. Ovviamente, questo successo sta attirando l’attenzione di alcune società tech che hanno bisogno di aggiungere i servizi streaming al loro modello di business. Mentre le aziende come la Walt Disney Co (NYSE: DIS) o Alphabet Inc (NASDAQ: GOOG, NASDAQ: GOOGL) potrebbero essere fra nella rosa di quelle interessate a rilevare Netflix, secondo molti rumors sarebbe Apple Inc. (NASDAQ: AAPL) ad essere in pole. Il colosso di Cupertino non solo ha il denaro necessario per fare un tale acquisto, ma l’azienda potrebbe guadagnare notevoli e proficue fette di mercato se l’affare andrà in porto.

Barnes & Nobel Inc. (NYSE: BKS)

Barnes & Noble è il più grande venditore al dettaglio di libri degli Stati Uniti. Negli ultimi anni la società ha sofferto molto la concorrenza dei rivenditori online, Amazon.com, Inc. (NASDAQ: AMZN) su tutti. A causa di ciò, le azioni della società si sono deprezzate drasticamente: e questo fattore le rende già di per sé un obiettivo di acquisizione attraente. Un’azienda probabilmente interessata ad aggiungere BKS al suo business è proprio la sua antagonista più agguerrita: Amazon.com. Il colosso fondato da Jeff Bezos ha infatti deciso di espandere il suo business anche alle librerie fisiche e Barnes & Noble sembrerebbe essere la “preda” perfetta. Tempo fa, B&N ha seguito le orme di Amazon, sviluppando un e-book reader elettronico (il NOOK) che vende direttamente nei suo shop fisici. Il che renderebbe relativamente facile per Amazon attuare un rebrand dei negozi e vendere in maniera più diretta i propri dispositivi Kindle.

Acadia Pharmaceuticals Inc. (NASDAQ: ACAD)

Il settore biotech è forse quello più attivo della storia in termini di acquisizioni e fusioni. E gli investitori possono aspettarsi di vederne tante altre quest’anno, con alcuni colossi del settore che cercheranno di rinforzare il loro business con l’acquisizione di aziende più piccole, ma più specializzate in determinati ambiti. Acadia Pharmaceuticals è una di queste. La società è già stata oggetto di voci di acquisizione nel corso degli ultimi mesi e il 2017 dovrebbe essere l’anno buono in cui tale previsione potrebbe accadere realmente. Uno dei motivi per cui Acadia è così “allettante” per le grandi aziende del settore è il farmaco Nuplazid, che è già stato approvato dalla commissione sanitaria americana per il trattamento del morbo di Parkinson. Tuttavia, ciò che è più promettente, è il fatto che il Nuplazid possa anche ottenere l’approvazione per essere utilizzato per curare altre malattie, tra cui il morbo di Alzheimer. E ciò potrebbe portare ad enormi guadagni per la società che possiede tale brevetto. Non è ancora chiaro quale sarà la società che la spunterà alla fine, ma in pole sembrerebbe esserci il colosso Pfizer Inc. (NYSE: PFE), seguita da Biogen Inc (NASDAQ: BIIB) e Gilead Sciences, Inc. (Nasdaq: GILD).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *