5 Consigli Per Investire In Conti Deposito

Consigli sugli Investimenti

Oggi i conti deposito (CD) sono considerati fra gli strumenti bancari più interessanti e sicuri per investire in liquidità ed ottenere dei buoni rendimenti. Il conto deposito è un particolare conto corrente bancario che ha l’unico obiettivo di fruttare alti interessi sul capitale investito. La maggior parte dei conti deposito offerti oggi non hanno costi e prevedono un tasso d’interesse di gran lunga superiore rispetto ai conti correnti convenzionali. Vediamo ora qualche consiglio utile per chi volesse intraprendere questa particolare scelta d’investimento.

1. Convenienza

Investire in un Conto Deposito può essere conveniente per chiunque, così da impiegare la liquidità e la quota di portafoglio di risparmio destinata agli investimenti monetari ed obbligazionari a basso rischio ad un tasso interessante e superiore a quanto offerto dal mercato obbligazionario. Il tutto assumendo un rischio davvero basso.

2. Percentuale di Portafoglio da Destinare ai CD

La prima regola negli investimenti è quella di diversificare il proprio portafoglio azionario. Ma la diversificazione dipende molto dalla percentuale di rischio che si è disposti ad assumere. Ad esempio, per un profilo di rischio basso con un orizzonte temporale di breve termine, la percentuale consigliabile da destinare ai conti deposito dovrebbe oscillare tra il 15 e il 20%.

3. Apertura Conto Deposito

Aprire un conto deposito è molto semplice: basta un codice fiscale, un documento di identità valido ed almeno un conto corrente tradizionale da utilizzare in qualità di conto “di appoggio”.

4. Rischi

Per quanto siano vicini allo zero, anche i conti deposito hanno dei rischi. Il principale è quello che la Banca possa non essere in grado di tenere fede ai propri obblighi contrattuali, cioè di restituire ai correntisti il capitale depositato e gli interessi previsti come da contratto. Tuttavia oggi esiste il Fondo Tutele Depositi, che ha l’obiettivo di coprire eventuali problemi di insolvenza della banca per chi ha depositato sul conto fino a 100.000 Euro. In caso di depositi superiori a questa cifra, invece, in caso di fallimento della banca si corre il rischio di perdere tutto il capitale investito! Altro rischio da tenere in considerazione è quello di non poter disporre del capitale depositato in un momento di bisogno. Tuttavia, il rischio in questo caso viene mitigato dalla Direttiva 2009/14/CE che ha fissato l’attesa massima per il rimborso in 20 giorni lavorativi. Nel caso in cui si apra un conto deposito presso una banca online, per cui non si ha la possibilità di recarsi ad uno sportello per l’identificazione finanziaria, sarà necessario sottoporsi ad un’altra procedura di identificazione, solitamente con il tramite della banca presso cui si ha il conto corrente tradizionale.

5. Vincolo Capitale

Nel caso in cui l’investitore si impegni a tenere vincolato il denaro sul conto per un determinato periodo di tempo, alcuni conti deposito offrono condizioni molto favorevoli, come ad esempio tassi di interesse più elevati o il pagamento anticipato degli interessi. In caso di vincolo si ha sempre la possibilità di prelevare il proprio denaro dal conto, ma in genere si perde il diritto a percepire gli interessi per il periodo in cui il denaro è stato depositato sul conto. Quindi, tenete presente che vincolare il capitale influenzerà la redditività del conto deposito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *