I 5 Più Importanti Market Mover Dell’Euro

Notizie sulla Finanza

Il concetto di “market mover” è oggi sconosciuto a molti trader, ma rappresenta un indicatore essenziale da conoscere per capire il mercato utilizzando l’analisi fondamentale. Un market mover è tutto ciò che è in grado di far muovere il mercato in una direzione o in un’altra e rappresenta uno dei diversi fattori che determinano l’analisi fondamentale di qualsiasi strumento o titolo. In poche parole, sono i dati che vengono emessi da differenti enti (come ad esempio l’Istat o la BCE) e che prendono in esame differenti informazioni e indici importanti per capire la fiducia dei consumatori o prevedere l’aumento dell’inflazione. Ovviamente, sarebbe impossibile conoscerli e seguirli tutti, anche perché alcuni non sono così determinanti. Per la zona Euro, come per tutti gli altri Paesi, è importante seguirne solo alcuni, ovvero quelli che alla fine avranno un maggiore impatto sul mercato. Chi fa trading (soprattutto nel breve termine) sa bene che esistono alcuni market mover che suscitano immediate reazioni, talvolta abbastanza drastiche, da parte delle valute. Di seguito vi elencherò appunto i market mover che influenzano maggiormente l’andamento dell’Euro.

Comunicati della BCE

Ogni mese il consiglio direttivo della BCE si riunisce per decidere se e come intervenire sui tassi di interesse, discutendo le prospettive future per l’economia e la politica monetaria della zona Euro. Questo evento suscita sempre grande attesa nei mercati finanziari; i trader cercano spesso di prevederne l’esito per sfruttare le implicazioni per l’andamento della moneta unica.

Pil Eurozona

Uno degli indicatori più seguiti dai forex trader è il PIL (prodotto interno lordo). Bisogna però considerare che ogni volta che vi è un rilascio dei dati economici riguardanti il PIL, si genera una forte volatilità dell’Euro. Un valore inferiore a quanto previsto potrebbe implicare un calo più o meno temporaneo nell’Euro poiché ci dà il quadro di una condizione economica in peggioramento. Al contrario, un dato superiore alle aspettative può spingere al rialzo la moneta unica.

Bilancia Dei Pagamenti EuroZona

La bilancia dei pagamenti è un altro market mover molto importante. Un valore negativo potrebbe indicare il possibile deprezzamento dell’Euro. Al contrario, un surplus potrebbe generare un rialzo della valuta unica. Tuttavia, oltre a quello dell’intera zona euro, i trader tendono a tenere in considerazione soprattutto la bilancia dei pagamenti di Germania e Francia, in quanto sono le nazioni più grandi della zona Euro. In genere, il dato sulla bilancia dei pagamenti dell’Eurozona tende ad avere un impatto medio sull’andamento dell’Euro perché è spesso preceduto dai dati sulle singole nazioni e dunque anticipato sul mercato.

Indice ZEW

L’indice ZEW è un’indagine condotta tra 350 esperti finanziari che esprimono la loro opinione sull’andamento dell’economia. Solitamente, i forex trader che operano sull’Euro utilizzano questo indice per monitorare la fiducia dei consumatori in Germania, ma anche in tutta la zona Euro.  Nel trading, l’indice ZEW è considerato come un indicatore leading del movimento futuro dei prezzi. Per questa correlazione, quando l’indice riporta un numero superiore alle stime, tenderà ad avere un effetto rialzista sulla moneta unica.

Indice CPI

marker-moverL’indice dei prezzi al consumo (CPI) è un indicatore dell’inflazione ed è considerato un market mover molto importante per i trader che operano sul mercato valutario, perché è un parametro utilizzato dalla BCE per prendere decisioni di politica monetaria. Visto che il mandato della BCE prevede che la banca si occupi di mantenere il tasso di inflazione entro un certo target (di poco inferiore al 2%), un aumento nell’indice CPI della zona Euro potrebbe indurre la banca centrale ad aumentare i tassi di interesse, provocando così un aumento nel valore dell’Euro. Al contrario, se l’inflazione risultasse inferiore alle aspettative, la BCE potrebbe decidere di abbassare i tassi di interesse, portando così ad un calo dell’Euro. E’ consigliabile analizzare anche l’indice CPI di Francia e Germania (soprattutto quest’ultima), in quanto si tratta delle due economie più grande dell’Eurozona e che possono quindi influenzare tutta l’Eurozona.

1 thought on “I 5 Più Importanti Market Mover Dell’Euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *