6 Small Cap Che Potrebbero Raddoppiare Nel 2017

Consigli sugli Investimenti

Anche se il 2016 non è stato un anno da ricordare per i mercati azionari, sembrerebbe esserci una luce in fondo al tunnel. Per molti analisti finanziari, infatti, il 2017 dovrebbe essere un anno di gran lunga migliore di quello appena concluso. In particolare per il settore delle small cap, ovvero i titoli appartenenti a società a bassa capitalizzazione. Nell’articolo di oggi, daremo uno sguardo più da vicino a sei titoli “small cap” che nel 2017 potrebbero anche raddoppiare il proprio valore attuale, per una combinazione di motivi fondamentali e tecnici.

SkyWest Inc. (NASDAQ: SKYW)

La maggior parte degli investitori direbbero che il titolo SKYW stia concludendo questo 2016 in una condizione di ipercomprato, lasciando ben sperare per il 2017. Le azioni sono infatti del 58% nell’ultimo anno, di cui il 26% solo nel mese di Gennaio. Per il nuovo anno le premesse sembrerebbero quindi più che rosee.

Axcelis Technologies Inc. (NASDAQ: ACLS)

Axcelis è una società americana impegnata nella progettazione, produzione e manutenzione di beni capitali per l’industria dei semiconduttori. L’anno passato è stato da dimenticare per gli azionisti della società, soprattutto perché i ricavi e gli utili si sono drasticamente ridotti! Inoltre, ad un certo punto sembrava che il titolo stesse iniziando a riprendersi alla grande nella seconda metà dell’anno, ma poi proprio la settimana scorsa le cose sono tornate a farsi drammatiche per la società. Un fattore positivo è che i guadagni di Axcelis nel terzo trimestre hanno battuto le stime degli analisti. Ma il 2017 dovrebbe essere l’anno della riscossa per il titolo ACLS: si prevede che i profitti cresceranno (da 29 centesimi per azione a 84 centesimi), mentre le entrate totali della società dovrebbero essere superiori del 19% rispetto al 2016.

Cogent Communications Holdings Inc. (NASDAQ: CCOI)

Cogent Communications è una società specializzata in servizi “web-oriented“, ma il suo prodotto di punta è da sempre la banda larga. Pur essendo a tutti gli effetti una small cap, nel suo settore la società è molto competitiva. Nell’ultimo trimestre, le entrate sono aumentate e il titolo è cresciuto del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ma ciò che distingue questa società dal mucchio, è il modo in cui i margini stanno iniziando ad ampliarsi. Gli analisti prevedono che i rendimenti 2017 arriveranno a 67 centesimi per azione, in crescita dell’81% rispetto a quelli del 2016 (37 centesimi per azione).

Steelcase Inc. (NYSE: SCS)

Le azioni SCS sono in calo del 30% da Dicembre 2015, a causa di una relazione trimestrale in cui la situazione economica e le prospettive erano abbastanza deludenti. Ma il controsenso è che le vendite e gli utili della società continuano ad aumentare, soprattutto nell’ultimo trimestre! Per il 2017 è atteso un miglioramento ulteriore dei profitti del 23%, mentre il suo P/E dovrebbe attestarsi sotto 10.

1-800-Flowers.Com Inc. (NASDAQ: FLWS)

Flowers.com è una società che vende e consegna fiori ordinati sul suo sito online. Nell’ultimo trimestre, ha fatto registrare una perdita abbastanza consistente. Ma ciò non ha allarmato più di tanto gli investitori, in quanto si tratta di un titolo ciclico. Questo, infatti, è il periodo meno favorevole dell’anno per vendere fiori. Ma negli altri, la società riesce a compensare abbondantemente le perdite subite. L’anno scorso il titolo è oscillato da un massimo di $ 13,46 a un minimo di $ 6,11, registrato a Gennaio di quest’anno. Fino allo scorso Luglio è invece rimasto piuttosto “stagnante”. Negli ultimi mesi, la società sta lanciando una serie di nuovi servizi che dovrebbero portare a notevoli benefici economici nel 2017.

Oxford Immunotec Global PLC (NASDAQ: OXFD)

Oxford Immunotec è una società biotech che sta compiendo passi da gigante nel campo del progresso scientifico. C’è infatti questa società dietro diversi test diagnostici molto innovativi, anche se la sua fama è dovuta al suo pluripremiato test per la tubercolosi. La società possiede anche l’unico laboratorio degli Stati Uniti che esegue la diagnostica “T-SPOT”, un test del sangue che non offre false positività ed è caratterizzato dalla massima attendibilità e, soprattutto, dall’immediatezza del responso, potendo dare l’esito in brevissimo tempo, al contrario di quanto avveniva in passato quando la diagnosi poteva essere o meno confermata dopo 3/4 giorni dall’esame eseguito. Nell’ultimo trimestre il titolo OXFD è cresciuto del 45% e il trend positivo dovrebbe continuare anche il prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *