Come Fare Trading Durante Una Correzione Di Mercato

Consigli sugli Investimenti

Trovare il momento migliore per investire è difficile, ma di solito questo avviene durante quella che viene chiamata comunemente “correzione di mercato“. La correzione di mercato è un movimento correttivo osservato su una tendenza. Nello specifico, può trattarsi di un rialzo dopo un forte movimento al ribasso o, viceversa, un improvviso ribasso dopo una forte tendenza rialzista. Ma per approfittare di una correzione di mercato ci vogliono innanzitutto nervi saldi, pazienza e metodo. Investire efficacemente durante una correzione di mercato richiede in pratica tre azioni: scegliere titoli di qualità, mediare al ribasso e avere pazienza, tenendo i titoli nel portafoglio per il tempo necessario.

1. Titoli di Qualità

Per titoli di qualità s’intendono quelle azioni appartenenti ad aziende grandi e solide, che sono sul mercato da molti anni. Si tratta quindi di società molto popolari e con vantaggi competitivi durevoli che producono solitamente beni di prima necessità o quelle che contribuiscono al progresso socio-tecnologico internazionale. Può succedere che una correzione dei mercati azionari contribuisca a innescare una recessione economica. Ed è anche per questo che la dimensione delle aziende ha il suo peso. A parità di tutte le altre condizioni, infatti, una azienda più grande con più risorse e con un maggiore accesso al credito, avrà maggiori possibilità di sopravvivere durante una fase recessiva.

2. Mediare Al Ribasso

Non è certo semplice prevedere l’inizio o la fine di una fase di ribasso. Quindi sarebbe opportuno non spendere tutto subito, ma dividere l’ammontare che si vuole investire in tre “fasi” e acquistare quindi le azioni in tre momenti differenti. L’intervallo di tempo tra un investimento e l’altro non può essere definito a priori in maniera precisa. Alcuni analisti dicono qualche settimana, ma il tutto dipenderà dalle condizioni effettive del mercato. Ad ogni modo, questa strategia è nota come “mediare al ribasso” e viene utilizzata spesso dai grandi investitori come Warren Buffett. Mediare al ribasso permette di ridurre il prezzo medio di carico e di trovarsi quindi in una posizione migliore per approfittare del rialzo delle quotazioni che, prima o poi, avverrà.

3. Pazientare

Nel trading, l’aspetto psicologico assume un’importanza vitale ai fini di un investimento redditizio. Le emozioni, infatti, possono spesso giocare brutti scherzi e far perdere denaro. Il trader che non riesce a metabolizzare una perdita o un calo di valore delle azioni, non è adatto a questa strategia di investimento. Anzi, forse non è nemmeno adatto a fare trading nei mercati azionari! Attuare efficacemente questa strategia significa avere pazienza e sangue freddo, ma soprattutto avere la capacità di “metabolizzare” anche i cali più repentini dei prezzi. La storia ci insegna infatti che il mercato azionario, prima o poi, riprenderà a salire. In questo modo, se avete scelto bene i titoli su cui investire e mediato al ribasso, il vostro portafoglio darà quasi sicuramente buoni risultati. Dovete solo dargli il tempo di farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *