I Migliori 6 Titoli A Lungo Termine Di Warren Buffett

Consigli sugli Investimenti

Warren Buffett è universalmente riconosciuto come il miglior value investor di tutti i tempi. Essere un investitore di valore significa trovare titoli che sono sottovalutati rispetto al loro valore intrinseco e considerare importanti ai fini dell’investimento fattori come il rapporto prezzo/utili (P/E), la redditività del capitale proprio (ROE) e il dividend yield. Inoltre, egli cerca le aziende che hanno ciò che chiama “economic moats“, ovvero la capacità di alcune società di tenere a bada la concorrenza per un lungo periodo di tempo. Il rating relativo all’EM, quindi, cerca di misurare la forza e la sostenibilità di tale posizione di vantaggio. Per valutare l’economic moat di una società bisogna analizzare le sue performance storiche, ovvero di verificare se essa è stata in grado di produrre rendimenti del capitale significativamente superiori al costo dello stesso in maniera duratura nel tempo. Ma visto che non bisogna considerare il passato per “predire” il futuro, sarà necessario anche identificare la fonte di tale vantaggio. Questa può derivare dalla possibilità di sfruttare elevate economie di scala, di produrre a costi più bassi rispetto a quelli dei concorrenti, di poter beneficiare di brevetti, licenze o di diritti di copyright, inoltre dalla presenza di pesanti costi a carico del cliente nel caso voglia passare ad un diverso fornitore di beni e servizi (costi di switch), o dalla creazione di una rete (network effect) che ha tanto più valore quanti più operatori si uniscono a essa.

Seguendo queste filosofie, Buffett ha accumulato un patrimonio personale stimato nel 2015 a circa $ 75 miliardi! Vediamo ora quali sono i migliori titoli a lungo termine presenti nel suo portafoglio azionario.

Nike Inc. (NYSE:NKE)

Nike è oggi sinonimo di scarpe di qualità che garantiscono alte prestazioni sportive. Ma l’azienda negli anni ha ampliato la sua gamma di prodotti, ed ora è leader per l’abbigliamento, gli articoli sportivi e qualsiasi altro prodotto correlato al mondo dello sport. Il titolo Nike va benissimo in quasi tutte le borse del mondo e ciò porta ovviamente ad elevati margini di profitto. L’azienda americana ha anche un bilancio solido, con quasi $ 4 miliardi di cash flow, senza contare che possiede uno dei marchi più forti e riconoscibili al mondo.

Burlington Northern Santa Fe Corp. (NYSE:BNI)

Buffett ha creduto e crede tutt’ora molto in questa azienda. Tanto è vero che ci ha investito ben 34 miliardi di dollari lo scorso 3 novembre! Questa società, specializzata nel trasporto merci su rotaie, possiede o ha in leasing circa 50.000 miglia di linee ferroviarie negli Stati Uniti e in Canada. I suoi treni trasportano solitamente beni primari come legname, petrolio e carbone. Gli operatori ferroviari come BNI vengono considerati “a ciclo precoce”, ovvero che traggono beneficio da un rafforzamento dell’economia; quando il mercato si riprende dopo una recessione, le società di trasporto tendono ad essere tra le prime ad aumentare le vendite, con conseguente crescita degli utili. Burlington Northern ha anche un ottimo rapporto P/E e un buon dividend yield del 2%.

ConocoPhillips (NYSE:COP)

ConocoPhillips è una società energetica impegnata nel settore del petrolio e del gas in tutte le loro fasi: perforazione, raffinazione, vendite di prodotti petroliferi come la benzina, gas naturale e prodotti petrolchimici per uso industriale. Il prezzo delle azioni della società si è dimezzato negli ultimi 18 mesi, a causa dell’abbassamento del prezzo del greggio a livello mondiale. Ad ogni modo rimane un ottimo titolo da tenere a lungo termine, anche grazie al suo dividend yield di quasi il 4%.

Costco (Nasdaq:COST)

Costco è la più grande catena americana di ipermercati all’ingrosso (9° al mondo). La crescita del titolo COST è stata lenta e costante per decenni. Operando sotto una rigida filosofia di “tappatura” dei margini di profitto in modo che i clienti ottengano i prezzi più bassi, l’azienda ha saputo costruire negli anni un nutrito seguito di fedelissimi, che rasenta quasi il “religioso”! I membri pagano una quota annuale a Costco per il diritto di fare acquisti presso i negozi e la maggior parte dei titolari di carte Costco vi diranno che sono soddisfatti perché acquistano prodotti di qualità a poco prezzo. Quelle quote di adesione, nel frattempo, sostengono e aumentano il reddito netto della società.

Coca Cola Company (NYSE:KO)

Buffett possiede azioni della famosa bevanda da decenni, ed è stato sicuramente uno dei suoi investimenti di maggior successo. Il titolo KO continua a crescere in tutto il mondo, a seguito di una particolare strategia aziendale che punta alla diffusione del prodotto in mercati finora inesplorati. L’azienda, infatti, sta generando enormi profitti dalle vendite all’estero, soprattutto nei mercati emergenti come l’India, dove le vendite sono cresciute di oltre il 25% durante lo scorso anno. Il titolo Coca Cola ha anche un ottimo dividend yield del 3%.

Procter & Gamble (NYSE:PG)

Procter & Gamble è storicamente uno dei titoli più forti della borsa americana. Possiamo affermare con assoluta certezza che in ogni casa americana vi è almeno un prodotto P&G, grazie al fatto che la società è proprietaria di marchi come Tide, Bounty, Pampers, Head & Shoulders, Gillette, Olay, Crest, Oral-B, Dawn, Downy e Duracell. La strategia a lungo termine dell’azienda è quella di competere solo nei mercati in cui detiene una forte quota di mercato e mai dove non è sicura di ottenere una posizione di leadership. Avere una quota di mercato dominante permette a Procter & Gamble di aumentare facilmente i prezzi dei prodotti di cui il costo per la produzione aumenta. PG ha anche un dividend yield del 3% e un P/E pari a 13 volte gli utili, al di sotto della media del mercato azionario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *