Perché Investire In Litio

Consigli sugli Investimenti

Il litio è un metallo alcalino che oggi viene usato principalmente nelle leghe conduttrici di calore, nelle batterie e come componente in alcuni medicinali (farmaci antipsicotici) per la stabilizzazione del tono dell’umore. Dopo aver passato alcuni anni bui, il prezzo di litio è salito di molto quest’anno: in particolare, in Cina il prezzo di questo metallo è salito da $ 7.000/tonnellata del mese di ottobre 2015 ad oltre $ 25.000/tonnellata di qualche mese fa. In altre parole, il prezzo del litio è aumentato del 28% nel corso del 2015 e di un altro 47% nel primo trimestre di quest’anno, secondo Benchmark Mineral Intelligence, arrivando nel caso del carbonato di litio a superare i $ 20.000 alla tonnellata.

Gli analisti sono concordi nell’affermare che il successo del litio sia dovuto principalmente “all’effetto Tesla (TSLA)“. Questo metallo è infatti utilizzato per costruire le batterie delle auto elettriche, con cui la società americana promette di invadere le strade nei prossimi anni! Almeno secondo le parole del Ceo Elon Musk che, presentando il nuovo modello della casa americana, ha detto di puntare a vendere 500.000 auto l’anno entro il 2018 e un milione entro il 2020. L’ultimo modello della Tesla ha raggiunto le 400.000 prenotazioni e ciò spiega in parte il boom del litio. Ma anche l’espansione dell’elettronica in Asia ha contribuito a far lievitare il prezzo del metallo in questione. Per Goldman Sachs, il litio è “il petrolio bianco”, anche se non sarà così per sempre! Superata una certa soglia, c’è da scommettere che i produttori di batterie andranno in cerca di alternative meno costose. Che è poi esattamente quello che hanno fatto i produttori classici di automobili, da decenni dati per spacciati da ecologisti ma che sono ancora qui con noi a trainare innovazione e Pil. Notizie positive che giungono anche dalla Cina: il paese asiatico ha intenzione di avere 5 milioni di veicoli ecologici in circolazione e più 200 autobus elettrici entro 5 anni. E poi ci sono gli smartphone, i tablet e quant’altro, anch’essi dotati di batterie al litio. Nel giro di un decennio, i veicoli elettrici rappresenteranno il 38% di tutta la domanda di litio rispetto a solo circa il 6% di oggi.

Tuttavia, bisogna tener conto di un particolare. Il lito, anche se è presente in enormi quantità sulla Terra, è difficile da estrarre, senza contare che spesso si trova in luoghi remoti e scarsamente collegati ai mercati. Oggi esistono solo sei miniere al mondo che estraggono litio, soprattutto in Cile ma anche in Argentina e in Australia, dove sembra ci siano grandi risorse ancora da sfruttare. Ad ogni modo, fiutato l’affare, decine di piccole società si stanno dando battaglia per conquistare licenze esplorative e non è escluso che tra qualche anno si possa avere addirittura un eccesso di produzione.

Come Investire In Litio

litioOggi è difficile ottenere un’esposizione diretta al litio. A differenza di molte altre materie prime, non lo si può comprare in qualsiasi mercato azionario o con contratti future o swap. Oltre che investire direttamente nel titolo Tesla (TSLA), l’unico modo possibile per investire in litio è puntare sulle singole miniere o attraverso un exchange traded fund, come l’ETF Global X Lithium ETF (LIT). Per quanto riguarda le miniere, il mercato dell’offerta litio è dominato da quattro grandi produttori: Albemarle (ALB), FMC Corp. (FMC) e Cile Sociedad Quimica y Minera de Chile (MQ). Insieme, rappresentano infatti l’83% della fornitura globale (dati 2015).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *