Perché Investire In Titoli Con Dividendi

Consigli sugli Investimenti

Come molti di voi sapranno, i dividendi rappresentano una parte dei profitti realizzati da una società che poi vengono distribuiti agli azionisti solitamente su base trimestrale, ma a volte anche su base annuale, mensile o addirittura non periodica (e quindi irregolare). Ma gli utili di una società possono essere investiti in molti modi: può decidere di pagare i suoi debiti, riacquistare le proprie azioni, acquistare nuove attrezzature e costruire nuovi stabilimenti, assumere lavoratori, acquistare pubblicità, comprare un’altra azienda etc. Ad oggi, non sono molte le aziende che distribuiscono dividendi ai propri azionisti. Le aziende più “giovani”, in particolare, preferiscono investire i profitti nella crescita dell’azienda stessa. Ma anche questo è un modo per remunerare gli azionisti, quando l’investimento contribuisce a far crescere l’azienda e il suo valore di mercato. Ad ogni modo, acquistare oggi azioni che pagano dividendi potrebbe rappresentare un’ottima opportunità per creare un flusso di reddito costante. Vediamo ora perché conviene investire in questi titoli.

  1. (Quasi) Certezza Di Pagamento – I dividendi non possono considerarsi una certezza, ma piuttosto una promessa che sarà quasi certamente mantenuta. Soprattutto se si tratta di una società grande e solida.
  2. Pagamenti indipendenti dalla fasi del mercato – Le società che pagano dividendi, se scelte con oculatezza, onoreranno il loro impegno a prescindere dalle fasi del mercato (positivo, negativo o stagnante).
  3. I dividendi aumentano nel tempo – Storicamente, i dividendi sono destinati ad aumentare nel tempo. Ed è un aspetto non indifferente da tenere in considerazione quando si investe in questo tipo di società.
  4. Crescita di valore della società – Un altro punto a favore delle società che pagano dividendi, è che spesso vanno meglio delle altre anche in termini di apprezzamento del capitale, ovvero di quotazione.
  5. Chi paga dividendi è un’azienda solida – Le aziende che distribuiscono dividendi ai propri azionisti tendono a essere più stabili e affidabili delle altre. Si tratta solitamente di titoli di aziende che hanno dato prova di successo durevole nel tempo.
  6. Bassa tassazione – In Italia, i dividendi vengono solitamente tassati al 26%. Il metodo di calcolo tiene conto di diversi parametri, come la localizzazione dell’impresa, la quantità di azioni possedute e il tipo di partecipazione azionaria, se qualificata.
  7. Possibilità di Reinvestimento – I dividendi possono essere reinvestiti nelle stesse azioni che le hanno generate. Questo è solitamente un ottimo sistema per generare ricchezza anche per chi non ha, almeno inizialmente, grandi capitali da investire.
  8. Utilizzare i dividendi come pensione integrativa – Altro vantaggio dei titoli con dividendi è la possibilità di utilizzarli come pensione integrativa. Per chi si potesse permettere un investimento di 400.000 euro in dividend stock, ad esempio, ipotizzando un rendimento medio del 4%, avrebbe un reddito annuale di 16.000 Euro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *